Cibo spazzatura o junk food: cos'è, come riconoscerlo e cosa fare

Cibo spazzatura o junk food: cos'è, come riconoscerlo e cosa fare

L’alimentazione odierna sta subendo un cambiamento epocale dovuto all’uso diffuso di prodotti raffinati, industriali e sempre più lavorati.

Anche l’Italia si sta “Americanizzando” seguendo ritmi di vita e di lavoro frenetici. L’utilizzo di prodotti già pronti, in confezioni singole, a lunga conservazione e a basso costo, stanno sempre più prendendo piede. La scusa è semplice: poco tempo e mancanza di organizzazione per seguire un’alimentazione sana e corretta.

Anche la grande distribuzione, i fast-food e gli alimentari in genere favoriscono questa cattiva abitudine prolungando gli orari di apertura, fino a 24/24 H, così facendo perdiamo l’obbligo di organizzarci attivamente cercando soluzioni dell’ultimo minuto, sbagliate e malsane. Questi cibi confezionati industriali, pensati per la grande distribuzione, vengono venduti ad un prezzo molto basso perché prodotti con materie prime di scarsissima qualità, moltissimi zuccheri e grassi trans che oltre a nuocere alla nostra salute creano un’assuefazione al prodotto. Questi prodotti sono a tutti gli effetti “Cibo Spazzatura”. Stiamo parlando di cibi come, noodles da reidratare, hamburger confezionati, würstel, patatine in sacchetto, merendine per il mattino, dolciumi vari, prodotti precotti, cibi aromatizzati tipo bacon, cipolla, salsa barbecue, primi piatti surgelati da scaldare nel microonde e in generale tutti i cibi fast-veloci.

 

Ma come fa un prodotto così raffinato, di scarsa qualità e di durata così lunga ad avere un “buon sapore”?

La risposta è semplice: chimica applicata all’alimentazione. Zuccheri, edulcoranti, esaltatori di sapidità, aromi artificiali, insaporiscono questi prodotti altrimenti inappetibili. Non solo l’uso massiccio di sostanze chimiche artificiali può nuocere al nostro organismo causando patologie nel medio lungo periodo, ma Il grosso problema è rappresentato dallo squilibrio dei macro-nutrienti (proteine-carboidrati-grassi) verso una maggiore presenza di zuccheri e la quasi totale assenza di fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti.

Oltre a questo la medicina ufficiale non fornisce le giuste linee guida per una sana alimentazione. Questo è evidenziato dal fatto che oggi ci sono sempre più persone obese o in sovrappeso, con malattie cardiovascolari, neoplasie o diabete. In fin dei conti una persona malata rende di più di una persona sana…

Una corretta alimentazione dovrebbe basarsi sull’utilizzo di cibi naturali, semplici e soprattutto freschi. Dovremmo sempre seguire la stagionalità di frutta e verdura, scegliere metodiche di cottura poco invasive, utilizzare prodotti proveniente da agricoltura o allevamenti non intensivi che puntino alla qualità del prodotto.

Nei prossimi articoli approfondiremo le tematiche riguardanti l’alimentazione equilibrata, sana e corretta.

Per mantenere attivo e in ottima funzionalità un sistema immunitario e un sistema energetico la natura come sempre ci viene in aiuto fornendoci delle sostanze in grado di potenziare le nostre difese e darci energia.

Colma le tue carenze e ritrova la salute - clicca qui per scoprire la formula


Link e argomenti utili:

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_652_allegato.pdf

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2018/01/15/cibo-fast-food-come-infezione.html

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2018/02/15/studio-cibo-spazzatura-aumento-tumori.html

https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2018/02/15/tumori-cibo-spazzatura-sotto-lente_hD2WOPjjmwwQDc94sM36eK.html

https://www.focus.it/scienza/salute/11-differenze-tra-cibo-industriale-e-naturale

https://www.focus.it/scienza/salute/la-relazione-tra-cibo-spazzatura-e-tumori

Sale

Unavailable

Sold Out