Da Alessandro Noro 2 minima lettura

Frutta e verdura oggi devono essere scelte con estrema cura per diversi motivi legati allo stile di vita, alle esigenze del mio corpo, al regime alimentare che sto seguendo ma soprattutto allo scopo di ottenere una salute di livello superiore. Il consumo mondiale di frutta e verdura è estremamente elevato senza considerare che oltre il 50% degli alimenti vengono buttati per scadenza, mancato utilizzo o semplice sovraproduzione.

Ma il grosso problema è un altro, la richiesta ossessiva di prodotti esteticamente sempre più belli, grandi e privi di imperfezioni, tutto il tempo dell’anno! Questo desiderio innaturale costringe all’utilizzo sempre più importante della chimica durante tutto il processo produttivo. Proviamo ad esempio a pensare alle mele che ricevono circa 30 trattamenti con fitofarmaci per ciclo produttivo, alle fragole che sono in cima alla lista per contenuto di pesticidi oppure agli spinaci o all’insalata che assorbono dal terreno grandissimi quantitativi di fitoestrogeni e fertilizzanti di sintesi per crescere velocemente.

UNA GIUSTA SCELTA

Seguire il ritmo naturale ci aiuta sempre, in termini di salute ma anche più banalmente di costi.

Scegliere frutta fresca rispettandone la stagionalità, è molto importante per garantirci un’ottima qualità del prodotto ad un giusto costo. Frutta e verdura da coltivazione biologica, a km zero o meglio ancora autoprodotta ci aiutano ad avere prodotti “puliti”, più saporiti e che meglio si sposano con le esigenze fisiologiche del nostro intestino. Impariamo a cogliere ciò che la natura ci da.

Secondo EWG’s 2019 (Shopper’s Guide to Pesticides in Produce) ecco la lista con la maggiore e minore presenza di pesticidi:

 

DIRTY DOZEN

 

  1. Fragole
  2. Spinaci
  3. Kale
  4. Nettarine
  5. Mele
  6. Uva
  7. Pesche
  8. Ciliegie
  9. Pere
  10. Pomodori
  11. Finocchi
  12. Patate

 

 

CLEAN FIFTEEN

 

  1. Avocado
  2. Mais dolce
  3. Ananas
  4. Piselli
  5. Cipolle
  6. Papaya
  7. Melanzane
  8. Asparagi
  9. Kiwi
  10. Verze
  11. Cavolfiori
  12. Meloni Cantalupe
  13. Broccoli
  14. Funghi
  15. Meloni

 

L’IMPORTANZA DI UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Alessandro Noro
Alessandro Noro



Anche in Notizie

VITAMINA D - UN'ANALISI RAGIONATA
VITAMINA D - UN'ANALISI RAGIONATA

Da Alessandro Noro 5 minima lettura 0 Commenti

La Vitamina D svolge un ruolo di primaria importanza per la salute. Cerchiamo di capire assieme che cos'è, come il corpo la metabolizza e quali possono essere le fonti migliori per mantenerla sempre a livelli adeguati.
La Vitamina D è un PRO-ORMONE sintetizzata a partire dal colesterolo.
Le due forme più comuni sono: COLECALCIFEROLO (Vitamina D3) e ERGOCALCIFEROLO (Vitamina D2)

LA TIROIDE
LA TIROIDE

Da Alessandro Noro 4 minima lettura 0 Commenti

La Tiroide, una ghiandola importantissima che svolge molteplici funzioni all'interno del nostro organismo. Impariamo a conoscerla e a trattarla bene adottando uno stile di vita ed un'alimentazione sana. L'integrazione può essere fondamentale per fare la differenza. Vediamo come
IL COLESTEROLO UN AMICO SOTTOVALUTATO
IL COLESTEROLO UN AMICO SOTTOVALUTATO

Da Alessandro Noro 5 minima lettura 0 Commenti

Il colesterolo è una molecola organica della famiglia dei lipidi. Svolge un ruolo di primaria importanza a livello fisiologico negli esseri viventi.  La quasi totalità del colesterolo contenuta nel nostro corpo, viene prodotta a livello endogeno da parte del fegato su base Acetil Coenzima-A derivato principalmente da carboidrati. Circa il 20% viene invece assimilato a livello intestinale e deriva dall’alimentazione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PROMETEK PER RICEVERE NOVITà E OFFERTE SPECIALI