Da Alessandro Noro 2 minima lettura

LO SAPEVI CHE ...

Lo confermano vari studi scientifici: la frutta e la verdura che mangiamo oggi ha perso quasi tutti i suoi nutrienti a causa delle ibridazioni delle speci, l’impoverimento dei terreni, i metodi di coltivazione intensiva, la lunga conservazione e l’inquinamento atmosferico.

Il Dr. Donald Davis, un ex ricercatore presso l’Istituto di Biochimica dell’Università del Texas, ad Austin, ha guidato un team che ha analizzato 43 tipi di frutta e verdura confrontando i valori di vitamine e minerali nel 1950 e nel 1999, i risultati sono drammatici con valori inferiori mediamente del 40%.
Un’altra analisi del Kushi Institute sui nutrienti nel periodo 1975-1997 ha verificato cali significativi (dal 20 al 37%) di molti micronutrienti come calcio, magnesio, vitamina C, vitamina A e ferro.
Un analogo studio britannico dei nutrienti nella frutta e verdura nel periodo 1930-1980, pubblicato sul British Food Journal, ha scoperto che in 20 verdure il contenuto medio di molte vitamine e sali minerali e diminuito drasticamente.
In una ricerca eseguita in Germania dal Prof. Liesen di Monaco, sono state effettuate analisi su campioni di vegetali regolarmente in vendita nei negozi e supermercati (sia grande che piccola distribuzione). I dati riportano le differenze nutrizionali nell’arco temporale (1985-1996-2002) con riduzioni fino al 95%!!!

E oggi nel 2018 la situazione com’è?

Sicuramente peggiorata purtroppo, e di molto…

Facendo una proiezione dovremmo mangiare circa 10 Kg di frutta e verdura al giorno per soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero di micronutrienti essenziali, assolutamente impensabile.
Cosa posso fare allora? Sicuramente scegliere cibi biologici e biodinamici, la frutta e la verdura che riesco a coltivarmi oppure del vicino-contadino di casa, insomma, devo districarmi nel migliore dei modi.
Anche i “superfood” ci vengono in aiuto, alimenti come quinoa, semi di canapa, semi di chia, maca, spirulina, olio di cocco, frutta secca in genere, polline, ecc… sono veramente utili.
La vera soluzione arriva però direttamente dall’SIBF (Sistema Integrato di Bionutrienti Funzionali) che Prometek ha sviluppato e sta ampliando per compensare tali mancanze e raggiungere un livello di salute superiore.
Una forma di integrazione di alta qualità, sinergica, biodisponibile, funzionale e realmente efficace che finalmente mette le cose in chiaro aprendo le porte della conoscenza a tutti, in modo da rendere consapevole e partecipe il consumatore finale.
Cosa ci sentiamo di consigliarti quindi?

GEA PLUS: Multiminerale chelato ad alto dosaggio e biodisponibilità

C LIFE: Vitamina C tamponata con antiossidanti vegetali e ascorbati

Provali e comunicaci con un piccolo video o un’email la tua esperienza, tutte le testimonianze verranno pubblicate sul nostro sito.

 Scopri GEA PLUS  Scopri CLIFE
Alessandro Noro
Alessandro Noro



Anche in Notizie

VITAMINA D - UN'ANALISI RAGIONATA
VITAMINA D - UN'ANALISI RAGIONATA

Da Alessandro Noro 5 minima lettura 0 Commenti

La Vitamina D svolge un ruolo di primaria importanza per la salute. Cerchiamo di capire assieme che cos'è, come il corpo la metabolizza e quali possono essere le fonti migliori per mantenerla sempre a livelli adeguati.
La Vitamina D è un PRO-ORMONE sintetizzata a partire dal colesterolo.
Le due forme più comuni sono: COLECALCIFEROLO (Vitamina D3) e ERGOCALCIFEROLO (Vitamina D2)

LA TIROIDE
LA TIROIDE

Da Alessandro Noro 4 minima lettura 0 Commenti

La Tiroide, una ghiandola importantissima che svolge molteplici funzioni all'interno del nostro organismo. Impariamo a conoscerla e a trattarla bene adottando uno stile di vita ed un'alimentazione sana. L'integrazione può essere fondamentale per fare la differenza. Vediamo come
IL COLESTEROLO UN AMICO SOTTOVALUTATO
IL COLESTEROLO UN AMICO SOTTOVALUTATO

Da Alessandro Noro 5 minima lettura 0 Commenti

Il colesterolo è una molecola organica della famiglia dei lipidi. Svolge un ruolo di primaria importanza a livello fisiologico negli esseri viventi.  La quasi totalità del colesterolo contenuta nel nostro corpo, viene prodotta a livello endogeno da parte del fegato su base Acetil Coenzima-A derivato principalmente da carboidrati. Circa il 20% viene invece assimilato a livello intestinale e deriva dall’alimentazione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PROMETEK PER RICEVERE NOVITà E OFFERTE SPECIALI